5 per mille - AIRC
5 per 1000

AIRC
Home | Chi siamo | Come aiutarci | Site Map
MENU
5 per mille - sostieni la ricerca

Tutte le novità 2016 del Modello UNICO

novità del modello unico 2016

Il 2016 ha introdotto grandi novità in materia di dichiarazione dei redditi. Mentre il modello 730 introduceva qualche piccola modifica, con l'integrazione di una quinta pagina, la più grande novità del 2016 è il modello Unico Persone Fisiche precompilato.

A seconda del contribuente che presenta la dichiarazione dei redditi è possibile individuare diversi modelli:

  • Unico Persone Fisiche
  • Unico Società di Capitali
  • Unico Società di Persone
  • Unico Enti Non Commerciali

Qualora il contribuente sia una persona fisica, questo dovrà scegliere il primo modello sopraelencato. In questa categoria, quindi, rientrano i contribuenti che nel corso dell'anno precedente sono stai titolari di redditi d'impresa, redditi non rientranti tra quelli dichiarabili tramite il modello 730, e redditi di lavoro autonomo per i quali viene richiesta la partita Iva.

Presentano il modello Unico Persone Fisiche anche quei contribuenti che, o nell'anno precedente o in quello corrente, non sono residenti in Italia. Rientrano in questa categoria anche i contribuenti tenuti a presentare dichiarazioni IVA, IRAP, ed il modello 770 ordinario e semplificato.

Il modello Unico Persone Fisiche è consigliato anche a chi deve presentare la dichiarazione per conto di soggetti deceduti, e per tutti I lavorati con contratto a tempo indeterminato, ma il cui rapporto di lavoro si è interrotto nel periodo della presentazione della dichiarazione dei redditi.

Se il contribuente è una società, allora si dovrà fare ricorso al modello Unico Società di Capitali, che consente la presentazione della dichiarazione dei redditi e della dichiarazione Iva. Ricorrono a questo modello, quindi, i soggetti IRES, le società per azioni, quelle in accomandita per azioni, le società a responsabilità limitata, le spietata di mutua assicurazione, e quelle cooperative. Sono escluse da questa categoria, invece, le società semplici.

Il modello Unico Società di Persone, che anche innesto caso consente la presentazione della dichiarazione dei redditi e Iva, deve essere compilato dai contribuenti che costituiscono società semplici, in accomandita semplice, in nome collettivo, di armamento, oppure società di fatto ed aziende coniugali.

Infine l'Unico Enti Non Commerciali è pensato esclusivamente per tutti gli enti che non hanno come scopo principale lo svolgimento di attività economiche. Rientrano in questa categoria, quindi, tutti i soggetti pubblici e privati che non sono società, gli organismi di investimento collettivo del risparmio ed alcune tipologie di trust, che non svolgono attività commerciali.

La presentazione del modello Unico Persone Fisiche precompilato può avvenire in maniera diretta, attraverso la consegna del documenti presso l'ufficio postale, o in alternativa per via telematica attraverso i servizi che l'Agenzia delle entrate ha voluto mettere a disposizione dei suoi contribuenti.

Infatti è stato appositamente creato il servizio Unico Web sul sito dell’Agenzia delle Entrate (no follow) che consente di compilare il modello e trasmetterlo per via telematica senza dover scaricare alcun software. Possono usufruire di questo servizio i contribuenti che non presentano dichiarazione Iva oppure quelli che non sono soggetti agli studi di settore.

Per usufruire del servizio occorre iscriversi al sito, sul quale sarà possibile visionare anche un modello precompilato con alcune voci già inserite ma che possono essere modificate. I dati riguardano i familiari a carico, i redditi agrari e dei fabbricati, le eccedenze di imposta e gli oneri rateizzati, riferiti all'anno precedente.

Dopo aver trasmesso la dichiarazione, il contribuente potrà versare le imposte direttamente online, tramite l'F24. I contribuenti, quindi, potranno scegliere di utilizzare il servizio Fisconline oppure Entratel purché siano in possesso dei credenziali di accesso.

Il modello può essere compilato anche da Caf, associazioni di categoria o commercialisti, che rilasceranno subito ma dichiarazione di impegno datata e firmata. Entro trenta giorni dal termine di scadenza fissato dalla legge, questi soggetti devono consegnare al contribuente l'originale del modello e la comunicazione di avvenuta ricezione da parte dell'Agenzia delle Entrate.

Il modello Unico Precompilato va presentato entro il termine di 9 mesi dalla data di chiusura del periodo di imposta. Accedendo al sito delle Agenzie delle Entrate, comunque, è possibile prendere nota di eventuali variazioni o proroghe.



GUARDA GLI ESEMPI
Modello 730
279 KB pdf 138Kb
5 per mille promemoria
5 per mille scadenze