5 per mille - AIRC
5 per 1000

AIRC
Home | Chi siamo | Come aiutarci | Site Map
MENU
5 per mille - sostieni la ricerca

Come si integra il 730

Il modello 730, da quest'anno, ossia il 2015, diventa anche precompilato, sarà reso disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate dal prossimo 15 Aprile e dovrà essere inviato al Fisco nel periodo che va dal primo Maggio al 7 Luglio. Ma vediamo nel dettaglio a cosa serve questo modello 730 disponibile precompilato o nella versione da compilare.

Il contenuto del modello può essere facilmente spiegato: innanzitutto contiene i dati della Certificazione Unica del 2015, contiene inoltre i dati relativi ai premi assicurativi e ai contributi previdenziali, oltre agli interessi maturati passivamente sui mutui.

Come si compila il 730?

La compilazione può essere effettuata autonomamente online, sul sito dell'Agenzia oppure va compilata una delega apposita al professionista abilitato alla compilazione poi al CAF. Il tutto è reso più semplice dal fatto che questo modello 730 da compilare sarà disponibile in formato pdf online, scaricabile sempre dal sito dell'Agenzia, in cui sono disponibili anche le istruzioni per la compilazione, la bolla e la busta per la consegna dei modelli e l'obbligo di riservatezza. Il modello 730 è disponibile sia per i lavoratori che per i pensionati, i quali possono presentare la loro dichiarazione.

A partire da quest'anno, quindi, il contribuente potrà compilarselo autonomamente, in modo davvero semplice, in quanto: non dovrà eseguire calcoli, otterrà il rimborso dell'imposta direttamente nella busta paga o nella rata di pensione e se bisogna versare delle somme, queste saranno trattenute dalla retribuzione a partire dal mese di luglio e dalla rata di pensione a partire dal mese di agosto/settembre.

Bene, come avrete sicuramente letto fin qui, il vostro compito sarà semplificato e avrete uno strumento utile da consultare direttamente online sul sito dell'Agenzia delle Entrate, alla sezione dedicata al modello 730. A partire dal 15 aprile, infatti, potrete trovare, in una apposita sezione del sito, dedicata allo stesso modello 730 precompilato al link: www.agenziaentrate.gov.it.

Il contribuente è tenuto a presentare il modello 730 se ha conseguito redditi nell'anno 2014.
In generale è esonerato dalla presentazione della dichiarazione dei redditi il contribuente che possiede redditi per i quali è dovuta un'imposta non superiore ai 10,33 euro.

Le novità introdotte nel 2015

Uno dei migliori vantaggi e novità dati dell'introduzione del modello 730 precompilato è dato dal fatto che, se viene consegnato senza aver apportato delle modifiche, non saranno effettuati i controlli sugli oneri detraibili e deducibili, ossia interessi passivi, premi assicurativi e contributi presidenziali e non sarà effettuato neanche il controllo preventivo in caso di rimborsi superiori alla cifra stabilita di 4000 euro.

Tra le altre novità 730 ve ne sono alcune particolarmente importanti: la sostituzione del CUD con la Certificazione Unica che contiene le informazioni fondamentali per la precompilazione della dichiarazione dei redditi, il riconoscimento da parte del datore di lavoro di un credito, denominato "bonus Irpef", a tutti i lavoratori con reddito complessivo non inferiore a 26.000 euro; la scelta dell'otto, cinque e due per mille con un'unica scheda; l'importo dell'IMU non deve essere più comunicato e sul frontespizio non va più indicato lo stato civile del contribuente.

Nel caso in cui vi sia un errore durante la compilazione o eventuali errori di calcolo, il contribuente può rivolgersi a chi ha prestato assistenza per correggerli; in questo caso dovrà essere compilato il modello 730 rettificativo.
Per accedere alla suddetta sezione bisogna essere in possesso del codice PIN che può essere richiesto online, telefonicamente oppure tramite l'ufficio presentando la carta di identità personale.

Il contribuente che riceverà il 730 precompilato può anche decidere di non utilizzarlo. Può presentare la dichiarazione dei redditi con le modalità ordinarie, utilizzando il modello 730 o il modello Unico.

Accedere e integrare il 730 precompilato

Come già detto in precedenza, per visualizzare il proprio modello 730 precompilato bisogna accedere alla propria area tramite il PIN dell'Agenzia delle entrate. A questo punto potrete integrare il vostro modello 730 2015 nel caso in cui abbiate bisogno di inserire ulteriori dati quali delle spese detraibili e deducibili, ma anche per correggere alcune anomalie. Per fare questa correzione/integrazione bisogna accedere nell'area apposita del sito "integra/modifica", per poi proseguire seguendo le indicazioni che appariranno sullo schermo.
In questo modo è possibile compilare per intero il modello 730, andando a inserire soprattutto quelle che sono le spese mediche, le quali andranno ad essere prese in considerazione a partire dal prossimo anno, il 2016.

Una volta che le modifiche saranno apportate e il vostro modello sarà pronto ad essere accettato, vi apparirà una schermata per la scelta dell'8 e del 5 per mille.
Il modello 730-1 invece permette di effettuare la scelta per la destinazione del 5 x 1000 e del 2 x 1000 dell'Irpef.

Il contribuente può destinare la quota del cinque per mille della sua imposta sul reddito delle persone fisiche firmando in uno dei cinque appositi riquadri che figurano sui modelli di dichiarazione.
Oltre alla firma, il contribuente, può indicare anche il codice fiscale della persona alla quale destinare il suo 5 per mille.

Qualcuno potrebbe aspettarsi nella casella postale il suo modello 730 precompilato, stampato e con la dichiarazione dei redditi solo da firmare, ma purtroppo non sarà affatto così.
Infatti i circa 20 milioni di modelli che sono stati precompilati saranno disponibili unicamente online.

Scopri tutto sul modello 730

GUARDA GLI ESEMPI
Modello 730
279 KB pdf 138Kb
5 per mille promemoria
5 per mille scadenze