5 per mille - AIRC
5 per 1000

AIRC
Home | Chi siamo | Come aiutarci | Site Map
MENU
5 per mille - sostieni la ricerca

Elenco dei documenti per il 730

Il contribuente che deve fare la dichiarazione dei redditi può rivolgersi al Caf oppure a un professionista abilitato, se non desidera compilarla autonomamente da solo.

Prima di mettersi, però, a redigere il proprio 730 è necessario raccogliere una serie di documenti relative alle ritenute, ai redditi ricevuti durante l’annualità fiscale di interesse, oltre che le ricevute di versamenti, pagamenti che possono essere detratti.

Tra i documenti per il 730 che devono essere consegnati, ci sono la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente o assimilati (il modello Cud) che deve essere consegnato direttamente dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico. Il contribuente dovrà poi recuperare tutte le fatture, scontrini, ricevute di pagamento che attestino spese durante l’anno per cui è prevista la deducibilità dal reddito o per cui sono riconosciute detrazioni d’imposta. Le spese detraibili nella dichiarazione dei redditi 2014 sono: spese sanitarie, assicurazione, spese per l’istruzione secondaria, universitaria e di specializzazione; spese sportive praticate dai ragazzi; canone locazione studenti fuori sede; spese per addetti all’assistenza personale; interessi passivi mutui; detrazione spese funebri; spese veterinarie; asilo nido, spese di ristrutturazione edilizia…

Oltre alle ricevute bisogna poi raccogliere i documenti del contratto di mutuo per l’acquisto della prima casa, dell’assicurazione che sono ulteriori spese detraibili. Se tra le spese da detrarre ci sono anche quelle per la ristrutturazione edilizia o la riqualificazione energetica, bisogna predisporre anche le ricevute dei bonifici con cui sono state pagate le fatture dei lavori, attenzione, però, che i bonifici devono segnalare la causale del versamento, il codice fiscale del contribuente e il codice fiscale o il numero di partita Iva del beneficiario del pagamento. Inoltre il contribuente dovrà presentare anche l’ultimo modello 730 presentato nel caso in cui in questo sia stato evidenziato in credito di eccedenza d’imposta.

Per non essere colto impreparato il contribuente dovrà anche decidere a chi dare l’8 per mille e il 5 per mille (oltre al nome dell’associazione, o dell’ente, bisogna avere anche il codice fiscale per la compilazione dell’apposito spazio).

Scopri tutto sul modello 730

GUARDA GLI ESEMPI
Modello 730
279 KB pdf 138Kb
5 per mille promemoria
5 per mille scadenze