5 per mille - AIRC
5 per 1000

AIRC
Home | Chi siamo | Come aiutarci | Site Map
MENU
5 per mille - sostieni la ricerca

Legge di Stabilità: le novità per la dichiarazione dei redditi 2016

La legge di stabilità prevede molte novità per quanto riguarda la dichiarazione dei redditi 2016 relativi all'anno precedente. Le novità prevedono soprattutto la compilazione e la consegna dei modelli 730 e CU che si utilizzano per fare la dichiarazione dei redditi. Non solo, ci sono novità anche per quanto riguarda la detrazione delle spese sanitarie, la proroga sui bonus energia e ristrutturazione ed anche sui rimborsi da 730 e relativi al 5 per mille. Andiamo con ordine e vediamo insieme tutte le novità.

Legge di stabilità 2016

Modello 730

Una delle novità introdotte più importanti, riguarda i rimborsi da 730. Nel nuovo modello è stato abolito il tetto massimo di 4000€ che faceva scattare i controlli da parte dell'Agenzia delle Entrate nei confronti dei contribuenti che dichiarano detrazioni per carichi familiari. Da adesso i controlli saranno preventivi sugli importi rilevanti e dovranno essere effettuati entro 4 mesi dalla dichiarazione.

Un'altra novità riguardante il modello 730 è l'introduzione di una casella relativa alle spese sanitarie. Da quest'anno tutte le strutture sanitarie, i medici, i professionisti e le casse di mutuo hanno l'obbligo di dichiarare le prestazioni effettuate nell'anno precedente. Se non dovessero farlo entro la data di scadenza prevista per il 28 Febbraio, andranno incontro a pesanti sanzioni che vanno dalle 50€ fino ai 100.000€.

Altre novità sono il prolungamento del bonus mobili per le detrazioni sugli immobili, l’introduzione della comunicazione dell'amministratore di condominio, l’abolizione del rigo C4 relativo ai premi di produttività ed infine è stato inserito il bonus IRPEF lavoratore dipendente da 960€.

Il modello 730 precompilato o ordinario, va presentato entro il 7 Luglio da tutti coloro che hanno redditi derivanti da lavoro dipendente, pensione, terreni o altri tipi di redditi. La consegna deve essere effettuata direttamente tramite il sito interno dell'Agenzia, oppure tramite il datore di lavoro o ancora tramite Caf o professionisti abilitati.

Modello CU

Le stesse novità introdotte per il modello 730 sono presenti nella dichiarazione unica che a differenza dell'altro presenta anche le novità relative ai liberi professionisti e a coloro che hanno contratti di collaborazione a tempo determinato con alcune aziende.

Un'altra novità introdotta in questo modello è la possibilità di inserimento del codice fiscale del coniuge del dipendente, anche se questo non risulta effettivamente a carico.

Inoltre in questo modello tutte le aziende che hanno usufruito della collaborazione esterna di lavoratori autonomi, devono dichiarare i redditi da loro percepiti, in quanto queste aziende sono considerate datori di lavoro di questi professionisti e pertanto devono comportarsi come tutti i sostituti di imposta.

Il modello CU deve essere presentato esclusivamente dai sostituti di imposta, dapprima a dipendenti, pensionati e lavoratori autonomi che hanno collaborato con le aziende entro il 28 Febbraio del corrente anno e successivamente devono inviarlo esclusivamente per via telematica, utilizzando gli appositi canali messi a disposizione, all'Agenzia delle Entrate entro e non oltre il 7 Marzo.

Il 5 per mille

Anche nel 2016 il contribuente avrà la possibilità di destinare il cinque per mille a tutte le associazioni con fini sociali e culturali e tutte le associazioni sportive amatoriali con uno scopo sociale. Tutti i contribuenti che decidono di destinarlo ad una o più di queste associazioni devono dichiararlo utilizzando o il modello CU oppure il modello 730-1, dove c'è un'apposita sezione relativa non solo al 5 per mille ma anche all'otto per mille destinato alla chiesa cattolica e il 2 per mille che verrà destinato in via esclusiva alle associazioni di tipo culturale.

GUARDA GLI ESEMPI
Modello 730
279 KB pdf 138Kb
5 per mille promemoria
5 per mille scadenze