5 per mille - AIRC
5 per 1000

AIRC
Home | Chi siamo | Come aiutarci | Site Map
MENU
5 per mille - sostieni la ricerca

I modelli per la dichiarazione dei redditi 2017

modelli per la dichiarazione dei redditi 2017

Nell’ambito della dichiarazione dei redditi vi sono sostanziali novità sui modelli da presentare, scaricabili dal sito ufficiale dell’agenzia delle entrate e utilizzabili per poter compilare la propria dichiarazione. Inoltre all’interno del sito sono presenti diverse tipologie di moduli da compilare, a seconda della necessità e del tipo di dichiarazione da effettuare.


Il fisco italiano prevede la presenza di 6 tipi diversi di documenti: ilmodello per le persone fisiche (PF), per iredditi derivati da Società di capitali (SC), per iredditi di società di persone (SP), per i redditi derivati da enti non commerciali (ENC), il modello destinato al Consolidato nazionale e mondiale e l’ Irap.

Brevemente verranno illustrate tutte le novità e le informazioni utili sui modelli per la dichiarazione dei redditi concernente il periodo d'imposta dell'anno 2016.

Per poter presentare in maniera corretta la propria dichiarazione dei redditi è necessario che venga compilato il modulo giusto. Molte persone in questa fase risultano essere confuse o addirittura non sono a conoscenza di che documentazione presentare all'agenzia delle entrate per poter assolvere il proprio compito in maniera idonea.

Data la presenza dei moduli 730 e Redditi si può dire che in caso il dichiarante sia un pensionato o un dipendente all’interno di un’azienda, può compilare tranquillamente il modello 730 con tutte le informazioni necessarie fornite dal proprio datore di lavoro o dall'ente pensionistico.

Invece per tutte quelle persone che percepiscono redditi derivati da attività autonome o da attività d’impresa , è necessario che si compili correttamente l’ex modello Unico, ora denominato Redditi. Il cambio nome è causato dal fatto che ora, secondo le nuove normative contenute all’interno della legge finanziaria, non si può più presentare la dichiarazione Iva insieme a quella dei redditi.

Inoltre, le novità riguardano anche le persone fisiche. La legge finanziaria varata dal governo infatti prevede l’inserimento dei premi di risultato all’interno del modello Redditi, per tutte le persone impiegate all’interno del settore privato. È molto importante anche citare il fatto che il documento relativo alle persone fisiche consente di indicare tutte quelle donazioni che vengono effettuate al sistema scolastico nazionale, ottenendo così importanti detrazioni fiscali, sancite dalla School Bonus.

Le detrazioni fiscali riguardano tanti altri settori, come per esempio tutte quelle spese effettuate per la ristrutturazione della propria casa con il preciso scopo di riqualificare l’immobile in ottica di prestazione energetica. Ci sono anche agevolazioni fiscali per l'installazione di sistemi di controllo da remoto di tutti gli impianti presenti all'interno di un immobile; tali detrazioni vengono regolamentate dalle normative stabilite dal bonus domotica.

Nel modulo invece dedicato all’Irap del 2017 vi è inserito un aumento delle deduzioni concernenti i soggetti aventi una dimensione molto ridotta. Inoltre, è anche bene sapere che l’Irap stessa non dovrà essere necessariamente pagata da tutte quelle aziende impiegate nel settore della pesca e dell’agricoltura, che, potranno godere di un’estensione della detrazione fiscale per quanto riguarda il costo del personale dipendente.

Le novità sulle imprese invece riguardano principalmente la presenza di ammortamenti fiscali e la sparizione di spazi dove si era soliti indicare tutti i costi sostenuti dalle transazioni effettuate con operatori o società localizzate in Stati inseriti all’interno delle black list, come i Paesi denominati paradisi fiscali.


Per maggiori informazioni leggi anche:

GUARDA GLI ESEMPI
Modello 730
279 KB pdf 138Kb
5 per mille promemoria
5 per mille scadenze