5 per mille - AIRC
5 per 1000

AIRC
Home | Chi siamo | Come aiutarci | Site Map
MENU
5 x mille - Sostieni la ricerca

Elenco beneficiari 5 per mille

elenco beneficiari 5 per mille

Cos'e' il 5 per mille

Come ogni anno, in prossimità della scadenza per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi 2016, i cittadini italiani sono chiamati a scegliere a chi destinare il 5 per mille 2016 delle proprie imposte pagate.

Tale quota viene calcolata sull'IRPEF, l’imposta sul reddito delle persone fisiche, ed è destinata al finanziamento di organizzazioni che svolgono attività di interesse sociale e di carattere umanitario, ma anche operanti in progetti dedicati a programmi culturali, eventi di formazione, ed alla solidarietà sociale.

Il contributo erogato attraverso tale istituto venne introdotto attraverso la Legge Finanziaria del 2006, e venne stimato in 270 milioni di euro, tuttavia il resoconto effettivo dei contributi erogati attraverso questo strumento, certificato dall'Agenzia delle Entrate, ammontò, già nel 2006 a ben 328 milioni di euro.

Il 5 per mille si caratterizza per l'estrema facilità di utilizzo, basta infatti indicare nella propria dichiarazione il codice fiscale dell'organizzazione a cui devolverlo, e non comporta alcun onere aggiuntivo per il contribuente.

Chi sono i beneficiari del 5 per mille

Il 5 per mille 2016 può essere devoluto esclusivamente ad Enti del volontariato, Enti della ricerca scientifica e dell'Università, Enti della ricerca sanitaria ed alle associazioni sportive dilettantistiche: tali organizzazioni hanno l'obbligo di presentare una domanda presso l'Agenzia delle Entrate.

Per quelle organizzazioni che vogliono entrare a far parte delle liste per beneficiare del 5 per mille è d'obbligo trasmettere telematicamente una domanda attraverso i servizi offerti dai portali Entratel o Fisconline, oppure avvalendosi dei professionisti abilitati, come commercialisti e caf.

Per l'anno in corso tale iscrizione aveva l'obbligo di essere presentata entro il 9 di maggio, anche se per gli enti ritardatari è comunque possibile trasmettere la documentazione entro il 30 settembre, pagando però una piccola sanzione di importo pari a 250 euro, fermo restando che bisognava possedere i requisiti per beneficiare del 5 per mille già alla data del 7 maggio.

Tutti gli enti che si avvalgono del contributo hanno l'obbligo di fornire tutte le informazioni relative all'utilizzo dei contributi ricevuti: tale rendiconto viene trasmesso ai ministeri che provvedono alla loro pubblicazione.

Dove trovare l'elenco dei beneficiari del 5 per mille

Chi ancora non ha scelto a chi destinare il proprio 5 per mille 2016, può avvalersi dell'elenco cinque per mille sul sito dell’Agenzia delle Entrate che contiene tutte le organizzazioni che hanno fatto richiesta per il contributo e che possono dunque beneficiarne.


Per maggiori informazioni leggi anche:

GUARDA GLI ESEMPI
Modello 730
279 KB pdf 138Kb
5 per mille promemoria
5 per mille scadenze